Il 20 giugno 2017, presso la Direzione generale Biblioteche e Istituti culturali, ha avuto luogo una riunione di coordinamento con i tecnici incaricati della progettazione e della direzione dei lavori di ristrutturazione del Palazzo della Sapienza, tanto per la parte di competenza dell’Università degli Studi di Pisa quanto per la parte di competenza  della sede storica della Biblioteca Universitaria
 


Il 20 giugno 2017, presso la Direzione generale Biblioteche e Istituti culturali, ha avuto luogo una riunione di coordinamento con i tecnici incaricati della progettazione e della direzione dei lavori di ristrutturazione del Palazzo della Sapienza, tanto per la parte di competenza dell’Università degli Studi di Pisa quanto per la parte di competenza  della sede storica della Biblioteca Universitaria.
All’incontro, ha partecipato, altresì il Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio della province di Pisa e Livorno.
Nella piena consapevolezza delle legittime aspettative della cittadinanza, del mondo accademico e degli studiosi tutti, è stato ribadito l’impegno ad ulteriormente accelerare i tempi di completamento dei lavori compatibilmente con il rispetto della normativa degli appalti pubblici.
Per quanto di competenza di questa Amministrazione, i lavori verranno ripartiti in 2 lotti, investiranno il I e il II piano del Palazzo.
Prima della fine dell’estate, il progetto esecutivo della prima e più rilevante tranche, validato dal RUP e approvato dalla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Pisa e Livorno, verrà trasmesso a INVITALIA per gli adempimenti di evidenza pubblica necessari all’affidamento dei lavori.
La durata prevista è di 400 giorni solari e continuativi. I tempi non brevi sono giustificati da un intervento effettuato in condizioni di sicurezza del lavoro e di trasparenza e correttezza amministrativa.
Si ricorda, comunque, che dal 12 gennaio 2015 la Biblioteca Universitaria di Pisa ha riaperto al pubblico presso una sede succursale situata nel palazzo di San Matteo opportunamente rifunzionalizzata, garantendo, pur nella difficoltà della situazione, tutti i servizi al pubblico (distribuzione, consultazione, prestito locale ed interbibliotecario, nonché di Document Delivery e informazioni bibliografiche) relativamente a  tutto il materiale conservato presso le varie sedi e i vari depositi della Biblioteca, benché con tempi e modalità disomogenei in ragione, appunto della collocazione attuale del materiale.
Dal 18 aprile u.s., è attivo il servizio di presa e ricollocazione del materiale (circa 6.700 m.l.) provvisoriamente trasferito presso i depositi dell’Archivio di Stato di Lucca, nel complesso degli ex Macelli di Lucca, trasferimento reso necessario per la messa in sicurezza del patrimonio librario.
Tale collocazione è temporanea: durerà per il tempo strettamente necessario alla esecuzione degli interventi edili e di impiantistica nella sede storica della Biblioteca.
Il servizio di prelievo e di ricollocazione avrà luogo un giorno alla settimana (il venerdì), giorno di apertura al pubblico della sede sussidiaria dell’Archivio di Stato di Lucca e il materiale è consultabile presso la sede di san Matteo in Soarta.
I manoscritti e i rari, ad oggi ancora conservati presso la sala blindata collocata all’interno della sede storica del Palazzo della Sapienza e prelevati dal personale della Biblioteca per soddisfare le richieste degli utenti, verranno a breve trasferiti  presso il complesso di san Matteo, opportunamente messo in sicurezza e rifunzionalizzato.
Tale soluzione consentirà di continuare a erogare il servizio in condizioni di sicurezza tanto per il materiale quanto per il personale, cui esigenze di cantiere precluderanno a breve l’accesso presso la sede storica.
Il trasferimento consentirà una riduzione dei tempi di attesa per la consegna del Il catalogo a schede per autori, quello Speciale dei Periodici e delle Tesi sono stati collocati  presso la sede del San Matteo, disponibili per la consultazione diretta da parte dell’utenza. I microfilm dei manoscritti sono, comunque, disponibili e consultabili sempre presso detta sede tramite  l’utilizzo del lettore-stampante; inoltre è  possibile  richiedere copie digitalizzate di testi eseguite dal personale addetto con  uno scanner planetario.
Le ricerche bibliografiche dei lettori possono inoltre essere effettuate nel catalogo on-line della Biblioteca dove è attualmente presente quasi per intero il materiale bibliografico moderno posseduto dalla Biblioteca (circa 228.602 notizie ) e del patrimonio antico le cinquecentine, gli incunaboli  e parte del materiale appartenente ai secc. XVII-XVIII.


IL DIRETTORE GENERALE
(dott.ssa Rossana RUMMO)




Documenti
Comunicato stampa
(documento in formato pdf, peso 127Kb)